Divieto di fare

A volte la volontà, la costanza, la voglia di trovare le risposte alle esigenze della comunità si scontrano con la burocrazia: a malincuore siamo costretti a rinunciare all’iniziativa del Camp estivo per la quale eravamo già pronti.

Siamo veramente amareggiati e chiediamo scusa alle famiglie che avevano dato la loro adesione. Dopo più di una settimana di telefonate, solleciti e incontri con Comune di Sacile e LSM (gestore del Palamicheletto) non è emerso nulla di concretro. Tranne la cosa più evidente, cioè che non abbiamo il permesso di realizzare l’iniziativa.

Volevamo organizzare un Camp che impegnasse i ragazzi in più discipline, e motivati dall’iniziale “ben venga” abbiamo iniziato a programmare. Poi però non è seguito nulla. L’amarezza è scontrarsi con un sistema che non supporta chi ha voglia di costruire: alla fine quello che resta è l’imbarazzo di avervi proposto un’iniziativa impossibile.

Scusateci.