Humus-AKK Bor 78-69

Condizionata dall’incertezza per l’emergenza sanitaria delle ultime ore e iniziata con un minuto di raccoglimento in segno di vicinanza per il lutto che ha colpito il Sacile Basket, la sfida con il Bor è stata partita vera nella quale la truppa di Fantin è riuscita a ripetere la bella prestazione dell’andata a Trieste.

Primo quarto contrassegnato dalle ben 6 triple degli ospiti, dall’equilibrio alla voce fatturato e dalle sportellate fra Bovolenta e Strle. Fantin butta nella mischia Pin e Conte, under di pregio, nei secondi dieci di gioco e proprio Pin scocca la scintilla che accende i liventini. La rotazione della panchina tocca tutti i dodici a referto ma nemmeno dopo venti minuti i sacilesi raggiungono la parità: Bor dall’istinto killer e Humus con le polveri bagnate il tweet alla pausa lunga (36-44).

L’inversione di tendenza decisa da un indiavolato Pignaton nel terzo quarto basta non solo a chiudere il gap del tutto ma anche a sporcare le percentuali realizzative dei triestini e a completare il sorpasso.

Gli ultimi dieci di gioco consolidano il risultato e il calo di prestazione di entrambe le formazioni fa scivolare il successo nelle mani humussine. In un tweet: Humus dall’istinto killer e Bor con le polveri bagnate. Bene per noi.