Humus – DGM Campoformido 81-98

Ultima uscita del girone non certo facile alla vigilia per i sacilesi che attendevano una lanciatissima DGM reduce da vittorie importanti. E nemmeno felice, visto l’epilogo.

L’ottimo atteggiamento iniziale consente a Pignaton di piazzare da solo il break del 5-0 recuperato nel breve volgere di poche azioni, poi Galli ristabilisce il gap con un gioco da 4 punti. Le manovre non sono articolate, il punteggio avanza grazie a tiri da fuori con difese non proprio attente. Gli ospiti recuperano nuovamente lo svantaggio con transizioni chiuse dai 6,75 costringendo Fantin al minuto. In uscita dalla sospensione i suoi ragazzi piazzano un nuovo mini-break di 5 punti con un Galli ispiratissimo da tutte le posizioni. Al primo riposo 25-22 per i sacilesi. 

Ritmi non particolarmente elevati neanche nel secondo quarto, Fantin ne aprofitta per continuare la rotazione profonda della panchina. Con Ohenhen a riposo, il solo Micalich non basta agli ospiti per impensierire gli humussini, che difendono bene la loro area anche alla voce rimbalzi. Gri infila due pregevoli soluzioni, anche Zambon mostra i denti e insieme ai compagni ritocca a +11 il massimo vantaggio. Si accende anche Kelecevic autore di due triple. Rientra Ohenhen e si vede, perchè la DGM riprende a fatturare e si porta al riposo lungo quasi a pari punti, 46-41, risultato anche di alcune perse di troppo in casa Humus. 

Il riposo fa bene ai liventini che alla ripresa piazzano Pignaton e Bovolenta sull’arco lungo a pareggiare il massimo vantaggio, 11 punti. Gli udinesi non stanno a guardare e a piccoli passi ritornano in scia, mentre il coach sacilese cerca nei cambi il giocatore in grado di premere sull’acceleratore. A quota 58 la rimonta è completa, le squadre si prendono a braccetto e proseguono insieme fino all’ultima pausa quando Visintini centra la tripla sulla sirena che vale il provvisorio 64-68.

Rientrano Bovolenta, Gri e Galli lungamente in panchina nei giri precedenti. Il tentativo di invertire l’inerzia non riesce, anzi gli udinesi tengono aperto il break di finale terzo quarto cosicché stavolta la doppia cifra di svantaggio pesa sulle spalle dei sacilesi che non riescono proprio a invertire il trend. Gli ospiti aggravano il passivo sull’onda dell’entusiasmo, con transizioni prodotte dallo sbilanciamento offensivo di Gri e compagni e dai rimbalzi catturati da Ohenhen. Il black out sacilese è definitivo sul -15 quando Gri si impappina in palleggio, ma il tracciato é piatto per tutta la compagine di casa quanto a percentuali di tiro. I minuti finali non servono a niente se non a far consolidare il definitivo 81-96.

Si chiude mestamente un girone di andata decisamente posivivo, che consegna ai sacilesi un traguardo che – per quanto parziale – è di indubbia eccellenza. Si potrà recriminare la scarsa aggressività difensiva ai ragazzi di Fantin, ma la DGM sbarcata a Sacile è squadra di altissima classifica che con le prestazioni di Ohenhen (dominante nelle aree) e di Tamigi (immarcabile in fase di costruzione nei momenti topici) ha messo alle corde l’intero roster avversario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...