U13 Fiume Veneto – Humus 71-25

20180106_160234.jpg

Sapevamo di andare a casa di una squadra che finora ha vinto tutte le partite ma avevamo voglia di giocare: è stata una bella partita ma purtroppo abbiamo perso.

Il primo punto della partita lo abbiamo fatto noi poi loro si sono portati avanti grazie al pressing sulla nostra rimessa. Erano più alti e più forti fisicamente, inoltre partivano in contropiede dopo tutte le nostre azioni d’attacco mettendo in mostra capacità migliori delle nostre. Noi non siamo quasi mai riusciti a superare la metà campo tranne che in un bellissimo contropiede. Questo ci ha dato coraggio e aumentando l’intensità in difesa siamo riusciti a ridurre lo svantaggio anche se il primo quarto è finito a favore dei nostri avversari per 17-7.

Anche nel secondo quarto i nostri avversari hanno iniziato meglio: segnando per primi e difendendo molto bene. Il nostro allenatore allora ha chiesto il minuto di sospensione perchè stavamo giocando male e ha provato a spiegarci come fare. Noi ci abbiamo provato, difendendo come loro alti in attacco e riuscendo con Seba a segnare anche due tiri liberi ma poi abbiamo ripreso a subire i contropiede di Fiume Veneto che non ha sbagliato quasi più. A metà partita il punteggio era di 34-13.

Nel terzo quarto uno dei nostri avversari, il più alto e forte di tutti, ha segnato da tre punti ma a dire la verità tutta la loro squadra ha giocato meglio di noi che sembravamo dei bradipi…come ha detto il nostro coach Piero durante un time-out. Le cose però non sono andate meglio e la distanza nel punteggio è ancora di più aumentata, anche perchè in tutto il quarto non siamo riusciti a segnare neanche un punto. 64-13.

È stato Samuel a segnare per noi nell’ultimo quarto dopo esserci andato vicino poco prima in una fuga in attacco. La sua energia ci è stata da esempio per dare di più anche se ormai il risultato era deciso. Le cose sono andate un po’ meglio quando abbiamo capito che serviva un po’ di coraggio e nel resto della partita abbiamo giocato alla pari…a tratti anche un po’ meglio. Ma non è bastato perchè abbiamo perso lo stesso, 71-25.

Anzi non abbiamo perso, abbiamo imparato. Che anche quando si incontra un avversario più forte si può giocare la propria partita, che con un po’ di più energia si possono fare grandi cose e che gli avversari bravi sono un modello da imitare. E comunque nell’ultimo quarto abbiamo fatto più punti di loro e anche noi abbiamo segnato una bomba, con Seba! Quindi forza Humus!

Massimo Rigoni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...