Humus – Azzano 68-60

IMG_1026.JPG

Un nuovo test per i ragazzi Humussini di coach Fausto Colombera che si sono scontrati contro i ragazzi dell’Azzano di coach Petrovic. Una partita importante per noi reduci da 2 sconfitte consecutive, vedendo la partita contro l’Azzano come un punto di svolta per cercare di lasciarci alle spalle le disastrose partite contro Maniago e Cordenons.

Pronti via la partita ha inizio ed il primo possesso è nostro, peccato che non siamo riusciti a sfruttarlo e a concludere a canestro. Il primo quarto si rivela molto complicato con numerosi sbagli da sotto e palle perse che permettono all’Azzano di vincerlo con un parziale di 11-13.

Un brutto inizio di partita e la scossa che coach Fausto si aspettava non è arrivata quindi attua cambi importanti facendo entrare Andrea Carniel e Gioele Citton (acciaccati e non al 100% della forma) che aiuteranno la squadra portandola in vantaggio. Il secondo quarto finisce con uno schiacciante dominio da parte dell’Humus con il parziale di 25-15.

Al rientro negli spogliatoi il vantaggio di qualche punto non basta, i ragazzi dell’Humus sono cosapevoli della possibilità di scappare via e di portarsi a casa la tanto desiderata vittoria. Inizia il terzo quarto, un quarto che di solito si è sempre rivelato nemico della squadra Humus per colpa del cali di concentrazione, ma che in questo caso contribuisce ad aumentare il vantaggio rispetto all’Azzano. Il terzo quarto finisce con un parziale di 15-13.

Siamo alla fine della partita e l’Humus si ritrova con un buon vantaggio da gestire e accumulare per andarla a vincere. Il quarto quarto è molto movimentato con numerosi errori da parte di entrambe le squadre. Gli ultimi 2 minuti sono cruciali per noi che ci siamo visti sfumare la vittoria a Maniago e a Cordenons dopo averla condotta dall’inizio. In questo caso non succede e vinciamo il quarto con un parziale di 17-12 e cosa più importante la partita con un punteggio finale di 68-60. Una vittoria importante che serve a ridare fiducia alla squadra, ma questo non è sufficiente: è stata una partita combattuta però piena di errori che non ci hanno permesso di chiuderla già nel terzo quarto e rendendola viva fino alla fine. La prossima partita sarà contro il Casarsa, a mio parere la squadra più forte del campionato, e servirà molto di più per portare a casa la vittoria.

Marco Buglino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...