San Quirino – HUMUS 45-79

Le ultime uscite di stagione regolare non hanno più molto da dire, almeno nella parte alta di classifica, ma sono pur sempre dei test validi di affinamento in ottica playoff.

La cronaca racconta proprio di questo approccio, con gli ospiti attenti a non sottovalutare la trasferta infrasettimanale e mantenere alta la concentrazione. I primi due quarti determinano già l’esito finale, con i liventini capaci di segnare il passo con soluzioni dal campo dei soliti Bomben, Tesolin e della novità Fabbro. Il divario diventa di oltre 10 lunghezze quando anche Bellinvia e Giro si segnalano a referto mentre tra i padroni di casa si mette in luce Paggiaro.

La seconda metà partita non racconta nulla di nuovo: il pathos è paragonabile alla lettura dell’elenco telefonico mentre in campo si svolge un evento privo di interesse con coach Brecciaroli ad armeggiare sul giocattolo studiando cambi, schemi di gioco e assetti difensivi. Nel turbinio di avvicendamenti necessario a dare minutaggio un po’ a tutti, i refertisti consegnano agli atti i punti di praticamente tutti e due i roster, con particolare soddisfazione per Bomben capace di siglare ben 13 dei totali 26 punti dei sacilesi nel terzo quarto.

Alla fine la sirena del definitivo 45-79 ricorda che a casa si dorme meglio.

Annunci