A.S. Basket Pasiano – Humus 37-60

Settimana interessante quella della seconda di ritorno, con Fiume che sgambetta Fossalta facendo un favore all’Humus e iniziata con Spilimbergo che porta a casa la pelle (ancora una volta per un pelo) nel recupero di Fontanafredda.
Nella stessa settimana gli humussini erano attesi in quella che in termini calcistici si chiamerebbe l’anticipo di mezzogiorno, ovvero la tradizionale Pasianese tradizionalmente fissata per le 15.30. Trasferta che sulla carta si presentava facile…quindi probabilmente difficile. Per questo coach Brecciaroli gioca la prima mossa ancor prima della palla a due, schierando non il quintetto più forte ma quello più motivato, almeno in teoria. Ma, come volevasi dimostrare, i sacilesi approcciano la gara con sufficienza e la partenza è zoppicante: nonostante le triple di Morandin e Giro di canestri se ne vedono pochi e intanto Rado e Zanette timbrano il cartellino. I quintetti si siedono in panca al primo riposo con ospiti in vantaggio di due.
Con la digestione ancora in atto i sacilesi continuano a dormire sui banchi e così anche il secondo quarto non offre un gran spettacolo, eccenzion fatta per l’assolo di Oliva che fra le fila dei Pasianesi inanella ben otto dei dodici punti totali. Gli humussini sono però una corazzata e anche giocando male portano a casa il quarto, seppur di minima misura (13-12).
Sicchè quando inizia la seconda metà di gara il punteggio è sul 22-25 Brecciaroli torna sulla decisione iniziale e opta per un quintetto da tiro (senso balistico, non equino). Due giri di Giro dalla massima distanza inframezzati da uno di Bellinvia sono contrastati quasi solo dalle soste in lunetta di Zanette. Alla fine del terzo quarto il 17-10 dei sacilesi ai pasianesi porta il divario a 12 punti che, Considerata la scarsa potenza al tiro dei padroni di casa, è quasi una sentenza.
Resta comunque un quarto da giocare, che le squadre onorano al meglio. Solo che mentre la panca di Pasiano ha solo tre rincalzi al quintetto in campo e le energie volgono al termine, gli humussini hanno appena trovato la vena aurifera. Giro continua con le scorribande dai 6,75 e Tesolin onora la fascia di capitano con ben 11 punti quasi di fila. Finisce 37-60 e tutti in pasticceria a bere il thè dato che è troppo presto anche per l’aperitivo.
Settimana quindi positiva per i liventini, che chiudono la pratica senza grossi patemi pur non brillando. Poche chance per i pasianesi che con una formazione compressa come quella presentatasi deve puntare sulle dirette avversarie di classifica per ottenere qualche soddisfazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...